CBD kann Angstzustände reduzieren

Il CBD può ridurre l'ansia

L'ansia e la paura sono reazioni basilari di adattamento e sopravvivenza alle minacce. Tuttavia, una paura inutile e persistente può essere poco opportuna e portare ad una disabilità. Sintomi di eccessiva paura e ansia si verificano in malattie e disturbi neuropsichiatrici come la GAD (Disturbo d'Ansia Generalizzata), PD (Disturbo di Panico), PTSD (Disturbo da Stress Post-Traumatico), SAD (Disturbo d'Ansia Sociale) e OCD (Disturbo Ossessivo Compulsivo).

Il CBD e l’ansia

I numerosi usi positivi del CBD hanno rapidamente suscitato l'entusiasmo del pubblico e della comunità medica di tutto il mondo. Il CBD è uno dei 100 composti naturali della cannabis, noto anche come cannabinoide. Molte persone conoscono il THC o Tetraidrocannabinolo - ciò che sballa le persone, anche se per qualcuno può causare sensazioni di paranoia e ansia. Il CBD è considerato non psicoattivo e sempre più studi dimostrano le sue qualità antinfiammatorie, antiepilettiche e neuroprotettive.

In uno studio condotto da Neuropsicofarmacologia (1) nel 2011, a 24 individui cui è stata diagnosticata la SAD sono stati prescritti il CBD o un placebo. In seguito è stato chiesto loro di tenere un discorso ad un pubblico. Come indicato dal test, "il pretrattamento con il CBD ha ridotto significativamente l'ansia, il disagio e i disturbi cognitivi durante il parlato così come lo stress dell'attesa. Il gruppo con il placebo aveva più ansia, imbarazzo e problemi cognitivi, così come lo stress d'attesa.".

Un altro test condotto dal Journal of Psychoparmacology (2) ha utilizzato l'imaging neurale su 10 individui con ansia sociale che avevano assunto il CBD per scoprire quali parti del loro cervello sono state influenzate. La somministrazione di CBD "è stata associata ad una significativa diminuzione dell'ansia nel soggetto e attraverso l'imaging neurale lo hanno potuto constatare grazie all'impatto del CBD sull'azione limbica e paralimbica delle regioni mentali". Il sistema limbico è responsabile della vita emotiva e della formazione dei ricordi.

Impatti del CBD sui livelli di serotonina con l'insonnia

Da test generali è emerso che l'olio di CBD incide sui livelli di serotonina nel corpo. La serotonina è autoregolante, ma a volte può essere ridotta a causa di variabili fisiche e ambientali. In questi casi, ciò può portare alla disgregazione del benessere psicologico. Il CBD può quindi aiutare le persone che soffrono di depressione o ansia.

L'olio di CBD può essere d'aiuto anche favorendo un riposo sereno. Uno degli effetti collaterali dell'ansia e della depressione è il disturbo del sonno. L'insonnia può peggiorare gli effetti dell'ansia e della depressione. Insieme e tolgono il benessere psicologico della persona, e la persona può soltanto cambiare il trattamento. Per quanto riguarda un disturbo del sonno, gli studi hanno dimostrato (3) che il CBD può aiutare enormemente e che il THC può degradare la qualità del sonno. Pertanto, le persone che soffrono di ansia e depressione possono prendere due piccioni con una fava con una sola soluzione.

Il CBD contro l’ansia – Conclusioni

È difficile convivere quotidianamente con l'ansia e la depressione, ma è possibile liberarsene con il trattamento adeguato. Oggi, molti paesi hanno legalizzato e approvato il CBD come trattamento per l'ansia e la depressione, perché può salvare vite umane e impedire ad alcune persone di vivere nella paura, nel panico, nello stress e altre emozioni negative.

Juni 20, 2018

Leggi di più
Wie CBD bei Angstzuständen, verursacht durch öffentliches Reden, hilft

Come il CBD aiuta con l'ansia causata del discorso in pubblico

Come una delle forme più comuni di ansia, la fobia del parlare in luoghi pubblici affligge un numero impressionante di persone. È caratterizzato da una serie di sentimenti molto forti di spiacevolezza e, oltre alle solite mani sudate, all'aumento della frequenza cardiaca e alla balbuzie, può provocare un attacco di panico in piena regola, che non è per niente una questione di risate.

La maggior parte delle persone che hanno questo problema tendono a ignorarlo, il che peggiora solo le cose nel lungo periodo. Ciò può comportare una persona che cambia la loro intera vita in modo da non dover affrontare questa fobia, ad esempio selezionando un percorso di carriera in cui non vi sia alcun coinvolgimento del pubblico, che altrimenti non sceglierebbero mai.

Questo tipo di ansia può anche essere molto difficile per le giovani generazioni, specialmente ai livelli d’istruzione elementare e delle scuole superiori, perché richiedono molto parlare in pubblico nelle lezioni. E quando consideriamo che l'ansia in generale stia affliggendo più persone che mai, è sicuro dire che questo problema dovrebbe essere affrontato il prima possibile.

Alcuni individui sviluppano questa fobia più tardi nella vita, e mentre hanno un meccanismo interno molto migliore contro di essi, il problema più grande per loro è che avanzano con le loro carriere, che di solito richiede che condividano le loro conoscenze con i colleghi più giovani in una maggiore misura, che provoca un'ansia intensa.

Anche se non sembra un problema serio per le persone che non hanno problemi di questo tipo, avere una fobia di lingua pubblica può essere un vero tormento, perché la quantità di situazioni in cui ciò è richiesto è semplicemente colossale per tutta la vita, e temendo queste situazioni quotidianamente ha anche conseguenze nefaste.

Fino a poco tempo fa, l'unico modo per curare queste condizioni è la psicoterapia (che è ancora fortemente evitata da una grande percentuale di persone che soffrono di ansia, soprattutto a causa dello stigma sociale a essa associato) e regolari farmaci anti-ansia.

Mentre questi farmaci offrono senza dubbio sollievo a molti pazienti ansiosi, sono creati artificialmente e contengono molti elementi malsani. Due dei maggiori problemi con questi farmaci sono che causano una dipendenza implacabile e, a causa della loro natura artificiale, causano vari effetti collaterali negativi per l'utente.

Se tutto ciò non fosse abbastanza, spesso non sono in grado di aiutare la persona con la sua ansia in qualsiasi misura.

Negli ultimi anni vari studi scientifici ufficiali hanno dimostrato che il cannabidiolo (o CBD) è una soluzione naturale per una vasta gamma di problemi fisici e psicologici, e questo composto funziona anche per i disturbi d'ansia.

Per l'ansia, il CBD funziona in due modi. Il primo di questi è che aiuta la neuro genesi dell'ippocampo, che è sostanzialmente più piccola nei pazienti che soffrono di questo disturbo. Il cannabidiolo causa la nascita accelerata di nuovi neuroni, che modifica la chimica del cervello per diventare meno ansioso.

Il secondo modo in cui attacca l'ansia è cambiando il modo in cui il nostro cervello utilizza la serotonina disponibile (che è un composto di elevazione dell'umore), e gli studi hanno dimostrato che le persone che lottano con ansia e depressione hanno quantità minori di serotonina nel loro sistema. Il CBD aumenta i livelli di serotonina, inducendo una persona a sentirsi molto più gioiosa ed esuberante.

Ciò che è anche di primaria importanza per questo cannabinoide è che (a differenza del suo neutralizzare il tetraidrocannabinolo), non provoca assolutamente sensazioni mentali, perché è completamente non psicoattivo.

CBD for anxiety

Juni 07, 2018

Leggi di più

Iscriviti alla nostra newsletter per un regalo di benvenuto gratuito